Belli di papà

Su Canale5 stasera. Il film (una commedia leggera con un tema però di sostanza: quello del rapporto con i figli quando diventano adulti, magari diversi da ciò che vorresti e malati di cronica ingratitudine) ha la sua spina dorsale nell’interpretazione di Abatantuono (Vincenzo) che un po’ mette in scena se stesso, il milanese “arrivato” grazie al duro lavoro, che non rinnega ma anzi esalta le proprie origini pugliesi.

I suoi tre ragazzi vivono da privilegiati (senza nemmeno esserne coscienti) con l’unica carenza vera dell’avere perso molto presto la mamma (l’altra carenza che lamentano, quella dell’attenzione e del “tempo” paterno, non è vera, piuttosto fa parte dell’ingratitudine che ho detto: troppo facile lamentarsi delle mancanze dei genitori, nei ritagli di tempo tra una vacanza a Ibiza e un trattamento estetico, dopo un faticoso shopping griffato).

Vincenzo, anche spinto dal terrore delle annunciate nozze tra la figlia e un odioso giovane arrampicatore (bravo Facchinetti a rendersi antipatico al pubblico: basta il completo rosa ed i modi untuosi che mal celano il costante calcolo dei vantaggi che quella unione gli porterebbe), architetta una messa in scena per fingere la bancarotta fraudolenta della sua florida azienda. Lo fa per dare una lezione alla sua viziatissima discendenza. Trovarsi a Taranto nella vecchia casa di famiglia. Senza soldi. Da latitanti. Costretti dunque, per sopravvivere, anche solo per comprare la fresella e il pomodoro, addirittura a lavorare. Il lavoro, questo sconosciuto.

L’esperienza (traumatica per i tre) rivoluziona le vite di tutti: cadono le maschere costruite da anni di danarosa vacuità. Esce fuori la creatività, l’umanità, il valore di ciascuno. Si svela anche il segreto serbato da Vincenzo per tutta la vita, quello di un amore indomito “sopravvissuto” alla famiglia. Insomma, lode alle scelte di rottura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...