Tutto il mio folle amore

Salvatores si ispira, per il suo ultimo film, presentato Fuori Concorso al Festival di Venezia 2019, a una storia vera, quella di Andrea e Franco Antonello, padre e figlio, quest’ultimo autistico, che hanno viaggiato in moto per tre mesi dagli Stati Uniti al Sud America.

schermata-2019-10-03-alle-01.18.45La trama del film ha infatti come canovaccio il romanzo “Se ti abbraccio non aver paura” di Fulvio Ervas: qui però siamo nei Balcani, in Dalmazia; i protagonisti partono da Trieste per avventurarsi in quel mondo crudo e roccioso, fuori dal tempo, ma energetico e capace di ispirazione aristica, un po’ in fuga e un po’ alla ricerca di se stessi e del loro rapporto, ritrovato a sorpresa dopo anni di assenza.

Santamaria è Willi, fa il cantante, si guadagna da vivere grazie a una incredibile somiglianza vocale con Domenico Modugno; ha abbandonato Elena (Valeria Golino) appena diventata madre, non ha avuto il coraggio di restare. Si è dato a un’esistenza vissuta alla giornata, su palchi popolari, ai matrimoni oltre confine, dove impazziscono per la sua voce e il romanticismo Made in Italy che mette anche nelle feste dei gitani.

Nel frattempo il loro figlio Vincent (che prende il nome da un celebre brano di Don McLean che fa parte dell’album del 1971 “American Pie”, dedicato al pittore Vincent Van Gogh, al suo celebre dipinto “Notte stellata” e al suo disturbo mentale: ascoltatela qui cantata dallo stesso Santamaria) è diventato un adolescente: è autistico, ma brillante ed esplosivo, circondato dall’amore apprensivo di Elena e dall’affetto protettivo di Mario (Diego Abatantuono), che ha accolto entrambi nella sua casa e considera Vincent davvero un figlio, se possibile con ancora maggiore coinvolgimento che se vi fosse un legame di sangue.

La Golino, alla sua prima collaborazione con Salvatores, è giusta e calibrata nella sua parte, di donna apparentemente arrivata a un punto di equilibrio e stabilità, una che sembra abbia messo da parte le passioni travolgenti del passato; Abatantuono, attore feticcio del regista, è avvolgente come sempre, una sicurezza per chi sta dietro la cinepresa. Solidarizzerete sempre con lui, per quanto è saggio e generoso e paziente. Santamaria bravissimo, anche come cantante: già se ne conoscevano le doti (aveva interpretato Rino Gaetano nella mini serie TV Ma il cielo è sempre più blu), ma qui vi stupirà soprattutto nella interpretazione di Cosa sono le nuvole.

Da un verso di questa canzone di Modugno (scritta da Pier Paolo Pasolini per il suo “Otello” che compone il film a episodi “Capriccio all’italiana”: ascoltatela qui) prende il titolo il film. Il brano parla di un affetto intenso e incondizionato: il sentimento che lega fra loro i personaggi del film, nonostante le peripezie e le incomprensioni e gli abbandoni, che fanno parte della vita. Una menzione speciale merita Giulio Pranno, per la prima volta sul grande schermo. Interpreta il ruolo più difficile, quello di Vincent: si esprime in modo particolare, si prende gioco dei “normali”. Un vero talento, giovanissimo, incredulo per avere avuto la sorte d’essere scelto da Salvatores per il suo esordio cinematografico.

La frase del film, propiziatoria e quindi attrattiva, la dice Willi: Dopo una grande sfiga, arriva sempre una grande fortuna!

Un road movie molto musicale, dedicato alla diversità: “visto da vicino, nessuno è normale: si può scoprire che è possibile riuscire ad amare anche chi è diverso da noi. A patto di non aver paura di questa diversità”, ha detto il regista in una intervista.

Voi avete paura?

3 ciak 🎬 🎬🎬, sostiene Decima Musa.

2 pensieri riguardo “Tutto il mio folle amore”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...