Archivi tag: amore maturo

50 primavere

Capisco che possa essere difficile trovarlo, perché questo film non ha avuto una grande distribuzione. Consiglio comunque, e non solo alle donne che abbiano raggiunto il mezzo secolo, di trovare il modo di vederlo. È arguto, ironico e delicato (mantenendo vivo un romanticismo quasi fanciullesco) ed affronta un tema così reale e pesante, per il mondo femminile, da venire accuratamente evitato, per di più come oggetto di riflessione nel grande schermo.

La storia è incentrata sulla protagonista, Aurore, una cinquantenne separata con due figlie, la più grande in procinto di diventare mamma, la seconda poco più che adolescente. L’età nel racconto è importante, perché ad essa sono legati i primi sintomi della (tanto temuta) menopausa (le leggendarie caldane); il rifiuto non espresso di diventare nonna; il timore di trovarsi al traguardo con la scritta GAME OVER accesa; la consapevolezza della difficoltà di tornare a vivere una storia di amore vera e la volontà di non accontentarsi delle storie “passatempo”.

Continua a leggere 50 primavere

Appuntamento al Parco

Non volevo perdere l’ultima fatica della mitica Diane Keaton dal momento che sono appassionata di questa attrice, passata indenne dagli anni settanta ad oggi (quasi immutata, forse un po’ troppo rigida per certi contesti, come vi dirò), e dunque ho visto Appuntamento al Parco soprattutto perché attratta dalla presenza dell’attrice (una che può annoverare tra i suoi ex Woody Allen, Warren Beatty e Al Pacino non può considerarsi “normale”). Posso dirvi che il film, leggero e capace per trama e ambientazione di farvi passare due orette spensierate, è davvero poco credibile proprio per la presenza di Diane. 

La storia è ambientata in un sobborgo settentrionale di Londra, case di mattoni ottocentesche, un grande parco, botteghe deliziose, appartamenti di lusso, signore per bene impegnate solo in petizioni per garantire una pacifica e civile vita di quartiere. Tra queste c’è la protagonista, da poco rimasta vedova: pur vivendo in un condominio per soli ricchi, ha sempre più pressanti difficoltà finanziarie, non aiutate dal fatto di essere una “moglie di professione” (lo dico in senso deteriore, una di quelle fortunate donne che possono permettersi di non lavorare o lavorare poco tutta la vita, garantite da un marito “sicuro” come una buona polizza!) abituata a non fare assolutamente nulla di concreto se non volontariato e distribuzione di volantini e colazioni con le amiche.

Continua a leggere Appuntamento al Parco