Archivi tag: genitori e figli

La Dea Fortuna

Scommetto che da qui in poi il tempio dedicato alla Dea Fortuna a Palestrina (pochi chilometri da Roma) troverà un rinascimento di visitatori e cinefili e uno spazio importante su Instagram, uscendo da un immeritato anonimato, cui sono destinate le bellezze artistiche che si trovano nei dintorni della Capitale (per un misterioso effetto centrifugo, che annulla ciò che sta al di fuori delle mura aureliane). Qui sono girate alcune scene dell’ultimo nato di Ozpetek, e sul tema della sorte (il significato latino di “fortuna”) è incentrato il film.

La mano casuale del fato che ci prende e ci lascia, e dipende molto da noi (e non solo da quella forza oscura) quello che poi faremo della nostra vita. Una storia corale, come nella prima tradizione del regista: molti hanno sottolineato il ritorno alle origini dopo Rosso Istanbul e Napoli velata).

Continua a leggere La Dea Fortuna

Lady bird

Ce ne sono moltissimi di film sull’adolescenza, sugli amori giovanili, sui conflitti generazionali, ma pochi hanno l’originalità e la poesia di Lady bird. Ho letto molti commenti di spettatori italiani che hanno criticato la lontananza (rispetto al nostro mondo italico) delle vite ambientate a Sacramento di cui parla Greta Gerwig. E dunque l’impossibilità di riconoscersi in quei personaggi. Io non l’ho vista così, anzi ho pensato il contrario: ho pensato che Sacramento poteva essere qualunque provincia dello stivale, qualunque piccola città tradizionale e conformista e chiusa della vecchia Europa.

Infatti la giovanissima protagonista, al bivio tra l’adolescenza e quello che viene dopo, da quell’angolo di America vuole scappare via, sogna di andare a studiare in un college a est, immagina la sua esistenza da tutt’altra parte e forse anche per questo si è autorattribuita il soprannome di Lady bird. Non accetta di essere chiamata con il suo di nome (Christine, che pure non è male, ma forse troppo “tradizionale” per lei e per le sue aspirazioni di evasione), arriva addirittura a cancellarlo, insieme al suo cognome, sulle bacheche della scuola.

Continua a leggere Lady bird

Non è un Paese per giovani

Candidato per varie categorie ai David di Donatello 2018, il film ha il titolo della trasmissione radiofonica da anni condotta dal regista, che ha proprio lo stesso tema, cioè la fuga dei ragazzi dal nostro Paese. L’avete mai ascoltata? A me piace moltissimo perché è basata su interviste ed incentrata su esperienze raccontate in diretta dai giovani emigranti.

Le motivazioni della fuga dai confini nazionali sono le più varie, come le destinazioni. Non è vero che tutti vanno via perché sono dei geni incompresi; moltissimi vanno via perché pensano di non avere qui alcuna possibilità di realizzare i propri sogni o più semplicemente le proprie aspettative. Alcuni perché cercano un ideale di libertà, di vita alternativa a quella “normale” che avrebbero qui.

Continua a leggere Non è un Paese per giovani