Archivi tag: Octavia Spencer

La forma dell’acqua

Il premio Oscar 2018 come migliore pellicola è meritatissimo, e se non fosse che l’interpretazione dell’eroina tragica di Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Frances Mc Dormand) era davvero straordinaria nella sua drammaticità, avrei attribuito a Sally Hawkins la statuetta come migliore attrice protagonista.

Il suo è infatti un ruolo difficilissimo da interpretare: è una giovane donna muta, la sua voce non si sente mai nel film, salvo una scena immaginifica dove il suo distacco dalla realtà (non bella) che la circonda comincia a farsi più evidente. Deve quindi “compensare” con l’espressività del viso e del corpo l’assenza di suono, e questo la rende una creatura diversa e dotata di una sensibilità superiore.

Continua a leggere La forma dell’acqua

Gifted

Il nostro non è un mondo adatto ai grandi talenti, diciamocelo. Se sei “nella media”, a scuola, ma non solo, fai una vita tranquilla, senza grandi ostacoli. Essere “gifted”, dotati, superdotati di neuroni ben funzionanti, può (singolarmente) creare qualche problema. Il film racconta questo: cosa succede quando il mondo (ed in particolare l’ambiziosa nonna materna) si accorge che Mary, la piccola (bravissima) protagonista, è un vero genio della matematica. 

Fino a quel momento solo lo zio Frank, fratello della madre (morta suicida quando lei era in culla) con cui vive e che la cresce come un padre, conosceva davvero la velocità della sua mente e le sue incredibili capacità di calcolo e di risoluzione di complessi problemi scientifici. Ciononostante, pur assecondando quelle doti straordinarie con naturalezza, la loro vita era assolutamente “normale”, semplice, frugale, in una casa di legno vicino al mare, in Florida.

Tutto liscio quindi fino all’inizio della scuola: quando per tutti gli altri fare tre più tre è un’impresa, mentre per Mary sono elementari moltiplicazioni e divisioni a tre cifre. Subito si capisce una cosa: quanto sia difficile essere “diversi”. “Chi è diverso è solo”, scriveva una amica poetessa. E per Mary iniziano i guai. La serenità della sua esistenza è messa in dubbio, persino il calore del rapporto con Fred, il suo gattone rosso senza un occhio (una creatura nata “imperfetta” ma capace di immenso amore).

Continua a leggere Gifted