Archivi tag: Olga Kurylenko

Morto Stalin se ne fa un altro

Mescola paura e senso del surreale, usa con abilità i generi della commedia grottesca e noir. Che non nasconde nulla ma proprio nulla di quanto accadeva ai tempi di Stalin nell’Unione Sovietica del 1953. Si ride per la feroce presa in giro degli uomini che componevano il ristretto vertice del partito comunista, ma subito dopo si è sopraffatti dalla cruda rappresentazione di omicidi, stupri, torture. E per la totale assenza di ideale degli oligarchi.

ressources_2017-05-05_TDOS_D06_3228-1200x802-620x350

Il regime tirannico visto nelle stanze del potere, basandosi su una ricostruzione fantasiosa (fino a che punto?) di avvenimenti che hanno fatto la storia e sui quali permane l’alone di mistero. Ottimi attori a dar vita a Kruscev (Steve Buscemi, ve lo ricordate ne Le Iene di Tarantino?), il vanitoso ma debole Malenkov (Jeffrey Tambor), Molotov (l’ex Monty Python Michael Palin), il cinico e spietato Lavrentij Berija capo della polizia (impersonato dal bravo attore britannico Simon Russell Beale).

Continua a leggere Morto Stalin se ne fa un altro

La corrispondenza

Tornatore ci stupisce (e commuove) davvero con questo racconto d’amore e sull’amore, di cui è anche autore (il romanzo, con lo stesso titolo, è edito da Sellerio), musicato da Ennio Morricone. I due protagonisti, un noto professore di astrofisica (Jeremy Irons) ed una studentessa fuoricorso, stunt-man per arrotondare (Olga Kurilenko) li vediamo insieme solo nelle primissime scene del film, poi, originalmente, non più: sono distanti, ma solo nel corpo (ed infatti lui dice ad un certo punto “mi manca toccarti”).

Ci bastano però, quelle scene, per percepire che si parla di un sentimento profondo e forte, più forte di ogni ostacolo, capace di vivere e dare la vita (addirittura la determinazione di laurearsi) anche a dispetto della sua stessa negazione. “Ti aspetterò sempre”. Gli dice lei. Quest’avverbio inflazionato qui è usato autenticamente: i due amanti colmano la distanza fisica con le parole e con i pensieri, espressi con ogni mezzo: la carta i pacchetti le mail gli sms i filmati registrati.

Continua a leggere La corrispondenza