Archivi tag: Todd Haynes

Cattive acque

In tempi di pandemia, è particolarmente utile vedere questo film coraggioso e vero, che parla di un’emergenza sanitaria gravissima, ma di quelle che, per ragioni di immaturità culturale del nostro mondo, non allarmano come un virus.

Mark Ruffalo stars as "Robert Bilott" in director Todd Haynes' DARK WATERS. Credit : Mary CybulskiLe motivazioni sono molteplici: la prima è che il pericolo di cui ci parla il regista Todd Haynes (lo stesso del favoloso Carol, del 2015), derivante da una contaminazione chimica messa in atto da una multinazionale a tutti nota (la DuPont), è invisibile agli occhi e agisce in modo latente e letale nel tempo; attraverso le acque, delle falde, dei fiumi: quelle destinate a uomini ed animali, all’alimentazione e ai più svariati uso domestici.
La seconda è perché, troppo spesso e davanti ai nostri occhi, le ragioni della produzione e dell’economia sono più forti di quelle della salute e dell’ambiente.
Poi c’è un ulteriore motivo: di solito nessuno crede a chi, non avendo potere e denaro, denuncia un abuso a carico di soggetti dotati di potere e denaro. Continua a leggere Cattive acque

Carol

Vi invito a riscoprire un film potente e bellissimo, prezioso in tutto, a partire dalle eleganti, e rivoluzionarie, protagoniste. La storia è ambientata nel 1950, a New York, nel momento della elezione del presidente Eisenhower.

Il mondo era tutto al maschile, modellato sugli uomini, le donne un apprezzato soprammobile: le più fortunate erano perfette padrone di casa, le più coraggiose facevano le commesse nei grandi magazzini.

E chi era diversa? Era posta davanti alla scelta: rinunciare a se stessa, soccombere al conformismo di quella società apparentemente così avanzata e confortevole; o affermare il proprio modo di essere, comprese le scelte sessuali, e rischiare di rimanere ai margini.

Continua a leggere Carol