Archivi tag: uomini e donne

Qualcosa di nuovo

Su Netflix potete (ri)vedere questo film se sentite il bisogno di una commedia vera. Basata, classicamente, da Plauto in poi, sull’equivoco, sullo scambio di ruoli e sulla leggerezza delle battute, senza però tralasciare un contenuto degno di riflessione.

taglioAlta_00116Le due protagoniste poi sono bravissime ad interpretare personaggi femminili antitetici e tuttavia amiche per la pelle: Cortellesi (Lucia) è una cantante jazz di successo, sempre in giro per il mondo, ostinatamente single dopo un matrimonio finito male, con sofferenza. Ramazzotti (Maria) è separata, ha due bambini e si barcamena in una vita incasinata dove gli uomini entrano ed escono come in un saloon, a volte senza che nemmeno ne conosca il nome.

Continua a leggere Qualcosa di nuovo

Sole cuore amore

Un film nelle sale Mio fratello rincorre i dinosauri mi ha riportato alla mente una pellicola del 2016, nel quale la protagonista è ancora Isabella Ragonese.  Non a caso il libro citato in Sole cuore amore del regista Daniele Vicari è di Sibilla Aleramo. Le sue lettere d’amore. Questa infatti è una storia, durissima e insieme poetica, che racconta delle donne e della loro capacità di dare e darsi. Spesso senza rendersi conto che l’uomo a cui danno e si danno ricambia con stitico egoismo quella generosità senza calcolo.

soleDaniele Vicari non offre giustificazioni ai personaggi maschili, a nessuno, persino a quelli che, in fondo, non fanno nulla di male. Ma che ugualmente consentono alle durezze della vita di schiacciare le ragazze che dichiarano di amare. Trovo che le protagoniste in questo bel film (di cui purtroppo pochi parlano) siano la bravura incredibile di Isabella Ragonese e la musica, la tromba struggente di Rava e la colonna sonora originale di Stefano Di Battista.

Continua a leggere Sole cuore amore

Book club

Mettete insieme attrici e attori solo per il loro nome capaci di attirare il pubblico; che hanno fatto dell’età che avanza un punto di forza anziché una ragione di “perdita di consensi”; delle vere icone di bellezza e progressismo e stile. Fateli girare dietro una cinepresa – semplicemente interpretando se stessi – in luoghi magnifici degli Stati Uniti. Ponete al centro del film un tema scottante e attuale in ogni fase della vita come il sesso. Gli ingredienti ci sono tutti per trascorrere un’ora e mezza abbondante davvero godibile, che vi consiglio innanzitutto per la brillantezza dei dialoghi, perfettamente sostenuti da otto mostri sacri holliwoodiani, per nulla sminuiti da una commedia che affronta il “problema” dell’erotismo quando si superano abbondantemente i primi “anta”.

L’occasione è data da un cenacolo di lettura, messo su dalle protagoniste femminili, per stimolarsi reciprocamente a leggere. Ogni mese ciascuna propone un libro, poi se ne discute: gli argomenti diventano occasione di convivi dove essere astemi è vietato e in cui non esistono tabù. Come accade con gli amici migliori, qualunque questione, anche la più scabrosa, è degna di essere sviscerata e se necessario sdrammatizzata.

Continua a leggere Book club

Amori che non sanno stare al mondo

Il film è tratto dall’omonimo romanzo della regista ed è soprattutto dedicato alle donne, quelle over 40 (guardate con attenzione la scena all’università, dove si spiega come si moltiplicano, in questa fascia di età, gli anni “reali”, a confronto con gli uomini!). È il loro punto di vista a guidare lo spettatore nel racconto degli amori del titolo: inadeguati alle aspettative, che tradiscono il desiderio di maternità, troppo tiepidi, distaccati, razionali, rispetto alle aspirazioni totalizzanti della protagonista, in particolare.

coverlg_homeÈ interpretata da Lucia Mascino ed io l’ho trovata molto brava in questo ruolo, eccessivo, a volte quasi persecutorio, nei confronti del destinatario dell’innamoramento. Lui (Thomas Trabacchi) è un collega di lavoro, un fascinoso e compassato professore universitario. Sono entrambi dei letterati, persone colte ed evolute. Ma hanno difficoltà a “stare al mondo”. A trovare l’equilibrio nei rapporti, a focalizzare nelle relazioni ciò che si vuole, a sentirsi veramente felici. L’autrice fotografa degli stereotipi, è vero. Ma è innegabile che siano diffusissimi.

Continua a leggere Amori che non sanno stare al mondo