Archivi tag: Valeria Fabrizi

Ricchi di fantasia

Dopo Il tuttofare (di Valerio Attanasio: se ve lo siete perso, recuperatelo assolutamente!) era chiaro che Sergio Castellitto avesse raggiunto una maturità di attore tale da essere di certo considerato uno dei nostri migliori, adatto a quei ruoli tipici e complessi (divertenti ed amari insieme) della buona commedia italiana.

Anche in questo caso dà ottima prova di sé, concentrando nel personaggio che interpreta (che si chiama proprio Sergio, e Sabrina quello della Ferilli: come se entrambi altri non facessero che se stessi) diversi eccessi umani, alti e bassi: un geometra “decaduto” a carpentiere per la cattiva sorte e la crisi, con una famiglia da mantenere, pesante ed esigente, una moglie perennemente nervosa e rivendicante (brava è credibile Paola Tiziana Cruciani), un amore clandestino (per Sabrina) consumato nel camioncino da lavoro, nella campagna romana con lo sfondo arcaico dell’acquedotto.

Continua a leggere Ricchi di fantasia

Non c’è campo

Dopo avere portato i teen tre metri sopra il cielo, avere snocciolato le declinazioni di “love” secondo i millennials, con le varie scuse annesse (“ma ti voglio sposare”, “se ti chiamo amore”), avere inaugurato la moda (pericolosa per la stabilità dei ponti) dei lucchetti come simbolo di legami indissolubili, Moccia affronta il tema davvero attuale dell’isteria conseguente all’impossibilita di usare lo smartphone. Ovvero quell’oggetto ormai diventato una sorta di prolunga non solo della mano ma anche del cervello di (quasi) tutti noi. 

Non parliamo dei ragazzi, i nativi digitali, quelli che spesso non si capacitano del perché un libro di carta non si possa sfogliare come il tablet e non ci siano link per andare subito su Wikipedia. Insomma: l’idea è buona e molto pop. Tutto si può dire all’autore e regista tranne che non riesca a cogliere il sentiment del momento, quello che consente di riempire le sale e di (incredibile!) vendere libri come noccioline.

Continua a leggere Non c’è campo